Siete mai entrate in una qualsiasi attività commerciale dove l’operatrice vi viene incontro e voi rimanete scioccate per la mise?

Siete mai entrate in una qualsiasi attività commerciale dove l’operatrice vi viene incontro e voi rimanete scioccate per la mise?? Leggete la mia esperienza…

 

E’ chiaro il fatto che uniformare il proprio personale per renderlo presentabile e dare quell’aspetto professionale che il nostro cliente  si merita non è mai facile, mentre invece è facile ripiegare in soluzioni apparentemente più semplici più economiche che ci fanno fare però figure poco rassicuranti con i nostri clienti, anzi in realtà ci fanno realizzare delle cadute di stile e professionalità incredibili.

Vi racconto quest’esperienza che ho vissuto in prima persona qualche giorno addietro, avevo un appuntamento con un’osteopata che veniva da fuori provincia la quale mi dice posso riceverti presso  “il centro estetico pinco pallino domani alle ore 12” io accetto e commento “perfetto non è neanche troppo lontano dall’ufficio ci vediamo domani.”

L’indomani come mio solito fare mi presento 10 minuti prima dell’appuntamento, varco la soglia dell’istituto per annunciarmi.

Vengo accolto da una dipendente del centro… tenetevi strette.. non vi dico in che condizioni… ragazza sui 25  anni , vestita con  top aderente “tarme style” con molteplici buchi sicuramente provocati dai lavaggi ripetuti, la maglietta era decisamente consumata, ombelico fuori, come pantaloni indossava dei leggings  strappati dentro a degli anfibi tipo Dr. Martens slacciati, per non soffermarsi a parlare del trucco e parrucco, rossetto viola acceso e capelli tipo covone di fieno, io vi giuro che non riuscivo a credere ai miei occhi ero quasi tentato di dire scusi devo aver sbagliato indirizzo.

Non riesco a togliermi l’immagine dalla testa sarei voluto scappare in macchina a prendere il primo campione che trovavo e dirle tieni copriti…faccio due respiri provo a calmarmi…  ma non è finita qui!

Arriva la titolare…sembrava esattamente il clone della dipendente, stesso stile, leggermente spettinata un paio di Jeans e una t-shirt anni 90 decisamente “finita”, al che tutto era chiaro,  in effetti da noi in Romagna quando soggetti particolarmente compatibili s’incontrano c’è un detto che dice: zappa sposa badile.

Cosa vi voglio dire??  Sicuramente lo avrete già capito…..

In realtà il centro era anche bello, abbastanza nuovo, con le cabine ben organizzate  sembrava pure all’avanguardia..successivamente ho raccolto infatti anche feedback di conoscenti che confermano l’ottima manualità delle ragazze ma il pessimo modo di presentarsi, neanche a farlo apposta successivamente ho incontrato una conoscente che era un’ affezionata dell’istituto la quale mi ha confessato senza mezzi termini che ha smesso di frequentare la struttura.

 immaginate voi perché???

 

Semplicemente perché le ragazze sembrano sporche e mal tenute, magari non lo sono anzi sicuramente non lo sono ma solo il dubbio o la sensazione è bastata a far prendere una strada diversa a quella cliente.

Come vedi  la professionalità è data da molteplici fattori non solo dal sapere fare bene il tuo lavoro in cabina o essere una buona manager, il contorno conta e anche parecchio, perché  prima ancora di vedere il tuo centro estetico nuovo o appena rinnovato e/o godere dei tuoi magnifici trattamenti la cliente vedrà il biglietto da visita per antonomasia cioè “te” che la accoglierai e le camminerai incontro con la tua uniforme.

 

Evita di mettere in questa situazione  te stessa e il tuo Team scarica immediatamente il nostro catalogo e trova il modello che più ti si addice, utilizza il seguente link: https://beautystreet.getresponsepages.com/

Please follow and like us: